Mettiamo in galera i profughi

11705135_967737516617220_8102714675863497507_n

Oggi nella prima pagina del Tempo campeggia a tutta pagina il seguente annuncio: “Ecco le 56 prigioni aperte e inutilizzate. Sono la soluzione al problema immigrati”. E subito dopo, sulla foto di una cella, scritto a caratteri cubitali: “Mettiamo i rifugiati in galera”.  A parte il fatto che immigrati e rifugiati sono due status differenti. A parte il fatto che probabilmente alcuni di loro stanno scappando proprio dalla persecuzione e dalla galera. A parte tutto quello che dovrebbe essere ovvio e non lo è, non si capisce una cosa. Se è vero che ci sono 56 prigioni inutilizzate, come dicono, perché persiste il problema cronico del sovraffolamento carcerario? È un problema drammatico quello di vivere in troppi in spazi insufficienti per tutti. Piscofarmaci, suicidi, depressione. Allora perché, se ci sono 56 prigioni inutilizzate, non si smistano i carcerati invece di farli vivere come animali in un allevamento in batteria? Troppo umano? Bene, allora invito chi legge a fare un giro, almeno per immagini, nelle carceri italiane. Questo è il dossier Inside Carceri dell’associazione Antigone. Faccio poi notare una chicca: i rifugiati in galera e sotto la pubblicità dei saldi. Provate a leggerlo come testimonianza della nostra cultura.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...