L’ultrarazzismo e gli ultras del Feyenoord

Oggi basta prendere un giornale qualsiasi e si parla solo di quello. Il 19 febbraio alle 19.00 la Roma ha giocato contro il Feyenoord allo Stadio Olimpico. La partita è finita 1 a 1.

La sera prima, 18 febbraio, gli ultras olandesi sono stati protagonisti degli scontri partiti da Campo de’ Fiori e poi sviluppatisi nel centro di Roma. Il giorno 19 si sono ripetute le medesime scene in Piazza di Spagna, a Villa Borghese e in altre zone della città. Gli scontri hanno lasciato monumenti scheggiati, strade imbrattate, auto, motorini e cassonetti danneggiati.

I tifosi del Feyenoord − o ultras, o esaltati, dite come vi pare − hanno appiccicato in giro per la capitale degli adesivi che mimano l’ISIS. Adesivi come quello sotto, dove si vede la lupa capitolina decapitata.

Adesivo dei tifosi del Feyenoord - Da Twitter

Questi i fatti. Dopo i fatti però vengono i commenti e, com’è uso sempre più comune, i social network hanno ampio spazio nella condivisione delle opinioni su quanto è accaduto. Mi scuseranno i miei contatti di cui ho osservato la conversazione ma questa era l’occasione buona per mostrare con semplicità ed efficacia cosa è razzismo e cosa non lo è. Lo hanno mostrato loro, senza tanti giri di parole e senza alcuna retorica moralista.

Due miei conoscenti, che condivido pienamente, hanno scritto quanto segue. Occulto i nomi perché non voglio tirare in ballo nessuno almeno che non lo desideri espressamente.

Il primo dice: “E pensare che solitamente gli olandesi sono persone educatissime e cordiali. Evidentemente questi sono l’eccezione che conferma la regola”.

Il secondo risponde: Gli ultras in genere sono la parte peggiore di una società… Non bisogna generalizzare o strumentalizzare ma semplicemente chiedere che i colpevoli siano puniti e che paghino i danni”.

Il primo ribadisce: “Anch’io ho molti amici e colleghi olandesi, con e senza fb, che sono persone splendide ed eccezionali. Sono, come sempre, gli ultras che rovinano tutto”.

Che dire? Hanno perfettamente ragione. Senza complicazioni hanno indicato la linea da tenere: la maggioranza di un popolo, di qualsiasi popolo, non è uguale alla minoranza di alcuni esaltati delinquenti. I tutti non possono essere appiattiti sui pochi.

Racism_moisture.deviantart

Il loro ragionamento, applicato alla totalità delle etnie, rappresenta l’esempio di cosa sia il “non-razzismo“. La responsabilità di un gruppo resta responsabilità di un gruppo, senza diffondersi alla totalità dell’etnia o della religione di appartenenza di quel gruppo. Questo vale universalmente, per gli olandesi come per gli arabi, per gli italiani come per i tedeschi e via dicendo. Tale convinzione è il nocciolo duro del non-razzismo.

Chiunque abbia amici olandesi, arabi, italiani, tedeschi ma anche francesi, inglesi, svizzeri, spagnoli etc., potrebbe dire, a ragione, che solitamente gli olandesi, gli arabi, gli italiani, i tedeschi sono persone educate. Il fatto che all’interno di queste appartenenze vi siano poi gruppi di delinquenti non le trasforma ipso facto in etnie criminali. Per quanto possa sembrare banale, oggi più che mai è necessario ribadire il concetto e soprattutto la sua universalità senza eccezioni di sorta.

Leggendo in giro, ho trovato anche vari commenti di altro tenore. Ne ho scelto uno a titolo esemplificativo. Anche in questo caso occulto il nome, benché io lo faccia per ragioni opposte a quelle sopra.

“Siamo fregati ad avere il Vaticano, accogliamo cani e porci come fratelli e poi fanno di queste schifezze. Ieri i tifosi, domani, chi???” Ecco, questo è un autentico capolavoro di giramento triplo carpiato avvitato della frittata. Il danno è stato fatto da alcuni olandesi e nel giro di due righe questo signore riesce a scaricare su tutti gli stranieri, presumibilmente non europei,  e su tutta la chiesa cattolica la responsabilità di non si sa bene quale colpa.

Ecco, questo è razzismo, ossia l’idea preconcetta (e scientificamente errata) che la specie umana possa essere suddivisibile in razze caratterizzate da diverse capacità intellettive, valoriali o morali. Anzi, dirò di più: questo è ultra-razzismo.

tuttidiversiuguali

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...