I precedenti dei danni a persone mediante compressore

Nessun commento, solo i fatti. Sono stanca di sentir dire che “era uno scherzo”. Faccio notare una cosa: le vittime di questa particolare casistica sono tutti maschi così come i responsabili.

Torino 2014 – un 15enne di Pinerolo stava facendo un esercizio di ginnastica. Un amico gli messo gli messo un attrezzo da palestra sotto il sedere mentre lui si piegava provocandogli la perforazione dell’intestino e una conseguente emorragia. Quindicenne ricoverato in ospedale Sospette sevizie in palestra – Corriere

Napoli 2014 – un 14enne del quartiere Pianura è stato seviziato con l’aria compressa subendo danni all’intestino tanto da finire in rianimazione. Era oggetto di scherno perché “troppo grasso”. I parenti dell’aggressore sostengono si sia tratto di uno scherzo irresponsabile. «Sei grasso, ora ti gonfio di più», 14enne violentato con il tubo dell’aria compressa, intestino lacerato

Aosta 2013 – un ragazzo di 17 anni di Aosta ha riportato la perforazione dell’intestino, oltre a lesioni nell’area genitale e in quella peritoneale, dopo che un compagno di classe gli ha ‘sparato’ un getto d’aria sul fondoschiena con un compressore. Studente ferito da un compagno con un compressore

Pordenone 2011 – un operaio di 49 anni di Aviano (Pordenone) subisce danni gravi all’intestino dopo che un collega, per gioco, gli ha puntato all’altezza del sedere un piccolo compressore utilizzato per sparare i chiodi. Trasportato in ospedale, L.M. è operato d’urgenza per le gravi lesioni subite. Per un anno porta un sacchetto intestinale esterno. “Spara” al sedere con pistola-compressore e perfora l’intestino del collega operaio

Enna 2009 – a Troina (Enna) un 22enne preso di mira dagli amici si è ribellato. In tre lo hanno rinchiuso all’interno dell’officina in cui lavorava. Gli hanno infilato il tubo di un compressore nell’ano aprendo l’aria a forte pressione che gli ha distrutto parte dell’intestino. Giovane di Troina sodomizzato con compressore indagati tre giovani forte pressione ha lacerato l’intestino

Lodi 1992 – a Mulazzano (Lodi) un ragazzo di 32 anni originario del Bangladesh, si ritrova in prognosi riservata all’ospedale Predabissi di Melegnano. Il ragazzo stava ripulendo la tuta con la pistola collegata a un compressore d’aria quando un compagno di squadra ha pensato di fargli uno scherzo, avvicinandogli la lancia e scaricandolgi l’aria nell’intestino. Aria compressa nell’ intestino grave operaio

Fonte: RaiNews CanicattìWeb

Cosa può fare un compressore

Mi scuso con le persone di cui ho usato il video in questo contesto. Loro non hanno niente a che vedere, naturalmente, e anzi le ringrazio. Mi serve solo a mostrare di cosa stiamo parlando.

Annunci

8 pensieri su “I precedenti dei danni a persone mediante compressore

  1. wwayne

    Anche se non sono mai avvenuti episodi così estremi, pure nella mia classe liceale, ogni volta che qualcuno decideva di torturare un nostro compagno con atti di puro sadismo, se la cosa saltava fuori il colpevole (o più frequentemente i colpevoli) cercavano di pararsi il culo con l’alibi “Era uno scherzo.” Come se lo scherzo tutto giustificasse, come se lo scherzo fosse un lasciapassare per qualsiasi porcata.
    Per me invece è un’aggravante: non solo hai fatto del male ad un tuo compagno, ma l’hai fatto senza avere nemmeno un motivo valido, semplicemente per divertimento.

    Mi piace

    Rispondi
  2. ruminatiolaica Autore articolo

    Ciao wwayne. Io l’ho visto succedere questo “scherzo”, anche senza queste conseguenze, tra operai adulti. Molte persone mi stanno parlando di casi simili con incidenti gravi che non riesco a rintracciare sui giornali online. Uno a Modena, uno nella Valle del Serchio (Lucca) e uno a Firenze. Secondo me succede molto più spesso di quanto si possa supporre. Sì, hai ragione è un’aggravante non uno scherzo. Prendere di mira una persona e fargli subire dei trattamenti che non accetta non può essere considerato uno scherzo.

    Mi piace

    Rispondi
    1. wwayne

      L’umiliazione sessuale di un ragazzo o di un uomo da parte di un branco è un classico, quindi non ho dubbi che ci siano stati molti episodi simili. Credo che questi altri episodi non siano venuti alla luce perché le conseguenze sono state meno gravi e/o perché la vittima ha taciuto per vergogna. Grazie per la risposta! : )

      Mi piace

      Rispondi
  3. ruminatiolaica Autore articolo

    Grazie a te. Questo è un argomento che mi ha colpita molto. Tutte le vittime sono uomini, tutti i responsabilit sono uomini. E’ evidente che c’entra in qualche modo la questione della virilità. E anche la scelta del tipo di “scherzo” ho l’impressione che alluda proprio a una sopraffazione di quel tipo.

    Mi piace

    Rispondi
    1. wwayne

      L’unica cosa che non sopporto è la retorica insopportabile di chi tira in ballo il degrado morale della società moderna. Umiliazioni sessuali e atti di violenza come questi SONO SEMPRE ESISTITI, a Napoli come a Timbuctù, nel 2014 come nel 400 avanti Cristo. La volontà di sopraffazione fa parte dell’animo umano, o meglio di certi animi umani, è sempre stato così e sempre lo sarà. A dover cambiare è soltanto questo atteggiamento di banalizzazione del male, che pretende di minimizzare anche gli atti più gravi riducendoli ad un semplice scherzo.

      Mi piace

      Rispondi
  4. Pingback: ruminatiolaica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...