Madri costituenti

Le 21 donne alla Costituente

Le 21 donne alla Costituente, “La Domenica del Corriere”, 4 agosto 1946

Solo dopo anni la storiografia va recuperando il contributo femminile alla lotta di liberazione in italia. Il loro ruolo era stato a lungo sottovalutato e dimenticato forse perché, all’indomani della liberazione, la maggior parte aveva scelto di tornare a casa, per ricostruire le famiglie disgregate dalla guerra.

Ma alcune, quelle più temprate alla politica per risorse personali e familiari, hanno continuato a far parte dei partiti nei quali avevano militato e combattuto durante la resistenza, e sono state candidate alle prime elezioni libere del dopo-guerra.

Il 2 giugno 1946 i cittadini italiani di entrambi i sessi, maggiori di 21 anni, vennero chiamati alle urne per eleggere i componenti dell’Assemblea Costituente e per votare il referendum istituzionale che avrebbe stabilito se l’Italia sarebbe stata una nazione monarchica o repubblicana. Il 2 giugno 1946 donne e uomini erano andati a votare assieme, in massa, per la prima volta nella storia italiana. Furono elette 21 donne su 556 deputati, cioè poco meno del 4%: nove comuniste, nove democristiane, due socialiste, una tra i candidati dell’Uomo Qualunque. Rappresentavano tutta la penisola: due trentine, tre torinesi, due lombarde, una veneta, una genovese, una emiliana, una toscana, una marchigiana, due abruzzesi, una romana, una pugliese, due siciliane, Nadia Gallico nata a Tunisi, rappresentava Sardegna del marito Velio Spano. Quasi tutte erano laureate e lavoratrici, la più parte insegnanti, una giornalista-pubblicista, una sindacalista, solo una casalinga: erano quasi tutte giovani, alcune giovanissime, quattordici su ventuno erano sposate, alcune con figli.

Cinque delle ventuno neo-deputate Angela Gotelli (Dc), Maria Federici (Pci), Nilde Iotti (Pci), Angelina Merlin (Psi) e Teresa Noce (Pci) sono entrate a far parte della “Commissione dei 75”: quella Commissione che era stata incaricata dall’Assemblea Costituente di formulare la proposta della Costituzione da dibattere e approvare in aula. Qui, le donne avevano ottenuto una rappresentanza maggiore rispetto alla loro consistenza numerica parlamentare, circa il 7%. Il loro lavoro ha avuto sicuramente, tanto nella Commissione che in aula, un peso maggiore di quanto le percentuali indicassero.

Rispetto agli uomini, rappresentavano non solo le istanze del partito nelle cui liste erano state elette, ma anche le istanze femminili che si presentavano decisamente trasversali e portavano ad un radicale mutamento giuridico della condizione femminile in Italia. Indipendentemente dalla fede politica, tutte hanno sostenuto l’uguaglianza tra i sessi nel campo familiare e in quello lavorativo. Tutte hanno condiviso l’importanza di un sistema che garantisse la maternità, considerata fin da allora un elemento di forte discriminazione delle donne sul lavoro. Portavano la loro esperienza di donne fondamentale per dare soluzioni comuni a tutela dell’uguaglianza e solidarietà. Avevano ben chiari i limiti che la legge da una parte, e la società dall’altra, imponevano alle donne ed hanno dimostrato alta competenza anche nei dibattiti che non apparivano strettamente legati alla condizione femminile.

Liberamente tratto da Le donne nella Costituente del Centro Progetti Donna

Cliccando sul link è possibile scaricare lo studio Il contributo delle donne all’Assemblea Costituente 1946 a cura di Laura Serantoni.

Cliccando sul link è possibile scaricare lo studio Le donne in parlamento a cura dell’Ufficio comunicazione istituzionale del Senato della Repubblica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...