Mariangela Melato

MariangelaMelato01Io Mariangela Melato l’ho vista a teatro quando ero al liceo. La scuola mi aveva fatto appassionare a Pirandello di cui, già a quell’età, avevo letto tutto il leggibile. E quando seppi che la compagnia di Randone passava per Lucca feci di tutto per andare. Cosa non banale perché la mia famiglia non era ricca e il teatro era un costo non necessario. Alla fine ci portò la scuola e fu una grande fortuna per me. Ricordo la polemica per il nudo in scena della Melato e io che durante la rappresentazione pensavo: “vuoi vedere che si scagliano su questo e dimenticano tutto il resto?” Così fu. Avevano tra le mani un gioiello e polemizzavano sul nudo. La Melato fu superba nella sua interpretazione e condizionò definitivamente la mia idea sull’uso del nudo nell’arte recitativa. Capii che il corpo può essere strumento di lavoro nel senso più nobile del termine e che il nudo in sè era un fatto assolutamente neutro. Anzi la sua bellezza stava proprio in questo: la sua assoluta innocenza e, insieme, la sua irredimibile attrazione. Il mio ricordo non vuole essere la celebrazione astratta di un personaggio ma la prova del suo riflesso nella mia coscienza.

Ilaria Sabbatini

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...